Home » Blog » News

Categoria: News

Aquileia Archeofest: ultimi 10 posti per le borse di soggiorno per studenti

B_Img0029

Sono disponibili ancora 10 posti per partecipare al “Progetto Studenti” di Aquileia Archeofest: un’opportunità unica – aperta agli studenti di tutta Italia – per partecipare a tutte le attività in calendario all’Aquileia Archeofest e Aquileia Film Festival. Dal 29 al 31 luglio 2015, talk, conversazioni serali, proiezioni di film e, soprattutto, visite guidate nella più grande area archeologica del nord Italia.

Per scoprire come inviare la propria candidatura alle borse di soggiorno, cliccate qui

Trieste tra scienza, letteratura e storia: aperte le prenotazioni del tour

Sono aperte da oggi le prenotazioni per partecipare al tour “Trieste: tra scienza, letteratura e storia”, in programma dal 25 al 27 settembre 2015 in occasione della quarta edizione di Trieste Next-Salone Europeo della Ricerca Scientifica.

Ponte tra Europa occidentale e centro-meridionale, Trieste mescola caratteri mediterranei e mitteleuropei. Protagonista della Storia italiana del XX° secolo, Trieste è stata raccontata da scrittori del calibro di Italo Svevo, Umberto Saba, James Joyce e, più di recente, Claudio Magris. Con i suoi 30 centri di ricerca internazionali, Trieste è anche la Città della Scienza, che viene celebrata ogni anno a settembre da Trieste Next, evento internazionale dedicato alla divulgazione scientifica in occasione del quale si svolgerà questo tour.

Per maggiori informazioni sul tour o per prenotare, clicca qui. 

Sei uno studente universitario e vuoi partecipare a Trieste Next? Invia la tua candidatura per le borse di soggiorno del “Progetto Studenti”: clicca qui

Dal 29 al 31 luglio, Aquileia Archeofest e Aquileia Film Festival

Aquileia2

Dal 29 al 31 luglio il Festival dell’Archeologia per valorizzare il patrimonio culturale del Paese

100 giovani da tutta Italia per scoprire l’area archeologica più grande del nord Italia

Programma completo su www.archeofestival.it

Si aprirà mercoledì 29 luglio ad Aquileia la prima edizione dell’Archeofest, che si terrà in contemporanea all’Aquileia Film Festival, storica rassegna internazionale del cinema archeologico giunta quest’anno alla sesta edizione.

Da mercoledì 29 a venerdì 31 luglio, la Fondazione Aquileia, ente che dal 2008 si occupa della valorizzazione archeologica del sito di Aquileia, VeneziePost, il quotidiano che racconta il futuro del Nordest, e Archeologia Viva, rivista leader in Italia specializzata ni archeologia, realizzeranno – attraverso una collaborazione virtuosa che mette anche in rete diverse realtà culturali nazionali e delle Venezie – una tre giorni di incontri e dibattiti sui grandi temi della valorizzazione del patrimonio culturale italiano, di dialoghi con grandi autori e storici, di proiezione di documentari internazionali di cinema archeologico e, soprattutto, di visite guidate e itinerari alla scoperta degli scavi di Aquileia e dell’intero Friuli Venezia Giulia.

Sono 100 i giovani studenti, dottorandi e ricercatori di archeologia e conservazione dei beni culturali provenienti da tutta Italia che dal 29 al 31 luglio saranno in visita ad Aquileia in occasione del “Progetto Studenti”, iniziativa speciale promossa da Goodnet e VeneziePost con la Fondazione Aquileia per offrire ai giovani studiosi del settore l’opportunità di conoscere, sotto la guida degli esperti, l’area archeologica più grande del nord Italia.

INCONTRI

Da mercoledì 29 a venerdì 31 luglio, Piazza Capitolo ad Aquileia e la Basilica dei Patriarchi faranno da suggestiva cornice al calendario dei “Talk”, ciclo di incontri con i grandi nomi della cultura e dell’economia: lo storico e filologo Luciano Canfora, Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola, Alberto Angela, celebre paleontologo e divulgatore scientifico, Marina Valensise, direttore Istituto Italiano di Cultura di Parigi, Guido Guerzoni, docente di Management della Cultura, il direttore della candidatura di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura Paolo Verri, il presidente Gabinetto Vieusseux, già assessore alla cultura del Comune di Firenze, Giuliano Da Empoli, Lorenzo Salvia giornalista e autore di Resort Italia. Come diventare il villaggio turistico del mondo e uscire dalla crisi, Gian Mario Villalta, direttore Pordenonelegge.it, Simona Rafanelli, direttrice Museo Civico Archeologico di Vetulonia, e Stefano “Cocco” Cantini, jazzista di fama internazionale.

FILM

Sempre da mercoledì 29 luglio 2015 alle ore 21 in piazza Capitolo, in programma cinque documentari scelti tra i capolavori della produzione internazionale a tema archeologico, storico, etnologico. Nelle tre serate si potrà assistere alla proiezione di un tuffo nel passato della più antica città sommersa al mondo (Pavlopetri. Un tuffo nel passato), la scoperta delle tombe congelate dei guerrieri sciti nelle steppe della Mongolia (I dominatori delle gelide steppe), le prime civiltà peruviane (Il Perù millenario: una storia inesplorata), i segreti degli scriba (Lo scriba che dipinge) e, per celebrare il centenario della Grande Guerra, i preziosi ritrovamenti degli archeologi tra le postazioni austro-ungariche a Punta Linke (3632 m) nel parco dello Stelvio (Punta Linke-La Memoria): questi i temi dei film in concorso.

Ancora una volta il pubblico sarà l’unico giudice dei film in concorso, tutti doppiati in italiano, e decreterà con il proprio voto il vincitore del Premio Aquileia, un pregiato mosaico realizzato dalla Scuola Mosaicisti del Friuli.

VISITE GUIDATE

L’Aquileia Archeofest sarà soprattutto un’occasione per promuovere la conoscenza di Aquileia e delle altre zone archeologiche del Friuli Venezia Giulia, che costituiscono di fatto la più grande area archeologica del nord Italia. E’ in quest’ottica che la Fondazione Aquileia ha definito un calendario di visite guidate con gli archeologi aperte a tutti gli interessati: in programma, mercoledì 29 luglio, la visita di Aquileia – con la Basilica di Santa Maria Assunta e la Cripta degli Scavi, il Foro romano, la Südhalle e il porto fluviale. Il calendario prosegue giovedì 30 luglio, con due diversi itinerari: si potrà così visitare, a Cividale del Friuli, l’Ipogeo Celtico, il Tempietto Longobardo, il Museo Archeologico Nazionale, per proseguire, il pomeriggio, con l’antica città romana di Iulium Carnicum a Zuglio. In alternativa, sempre nella giornata di giovedì, si potrà proseguire la visita di Aquileia, con i Fondi ex Cossar, i Fondi Cal, il Sepolcreto e il Museo Archeologico Nazionale. Il calendario delle visite si concluderà venerdì 31 luglio, sempre con una doppia proposta: gli interessati potranno scegliere se visitare la città di Grado o, in alternativa, la grotta del dio Mitra a Duino, l’area di San Giusto e il  Teatro Romano e il Sepolcreeto di Trieste. Le visite sono a pagamento e la prenotazione è obbligatoria. Per maggiori informazioni, www.archeofestival.it o contattare Goodnet (info@goodnet.it; Tel. 0498757589).

PROGETTO STUDENTI E TURISMO CULTURALE

Dal 29 al 31 luglio Aquileia diventerà il punto di riferimento italiano per l’archeologia: sono 100 gli studenti, i dottorandi e i ricercatori di archeologia e conservazione dei beni culturali attesi in occasione del “Progetto Studenti”, iniziativa speciale promossa da Goodnet e VeneziePost in occasione dell’Aquileia Archeofest per offrire ai migliori studenti – provenienti da tutti i principali atenei del Paese – di partecipare ai dibattiti e alle visite guidate.

Ma tutti gli interessati e gli appassionati potranno partecipare all’Aquileia Archeofest e l’Aquileia Film Festival, occasione unica anche per promuovere il turismo culturale nel territorio. Goodnet, società specializzata nell’ideazione e gestione di progetti di sviluppo territoriale incaricata per l’organizzazione della manifestazione, a questo scopo ha infatti predisposto dei pacchetti turistici. Per maggiori informazioni sul “Progetto Studenti” e sugli itinerari di turismo culturale, www.archeofestival.it e www.goodnet.it.

LE DICHIARAZIONI DEI PROMOTORI

«Con Archeofest abbiamo voluto avviare – sottolinea il Presidente della Fondazione Aquileia Antonio Zanardi Landi –  una seria riflessione sul tema dell’economia della cultura, favorendo il dibattito su un concetto di cultura che, oltre a creare conoscenza, possa innescare anche processi di sviluppo e diventare strategico per il rilancio del nostro Paese. Una sfida che riteniamo importante e nella quale giocheranno un ruolo fondamentale i giovani. Per questo mi piace sottolineare l’importanza delle borse di soggiorno che abbiamo attivato e che consentiranno a studenti universitari di tutta Italia di partecipare attivamente al dibattito e di visitare i siti archeologici del Friuli Venezia Giulia».

«Il territorio delle Venezie ha la grande fortuna di avere un patrimonio culturale ricchissimo, diffuso e straordinario – commenta Filiberto Zovico, editore VeneziePost -: bisogna solo avere la forza e il coraggio di mettere in rete questo patrimonio, di promuoverlo e valorizzarlo perché è solo così che la “cultura ci fa ricchi”. E’ in questa prospettiva che prosegue la nostra azione, iniziata già da alcuni anni con importanti manifestazioni, come il Festival Città Impresa, il Galileo Festival dell’Innovazione, Trieste Next,  e con collaborazioni come quella con èStoria e Pordenonelegge. Siamo quindi felici e orgogliosi di collaborare con Fondazione Aquileia, che ha intrapreso un percorso, unico nel panorama culturale del Paese, riconosciuto a livello internazionale» conclude Zovico.

AQUILEIA ARCHEOFEST E AQUILEIA FILM FESTIVAL SULLA RETE

Punto di riferimento per aggiornamenti in progress sull’Aquileia Archeofest e Aquileia Film Festival sono i siti internet www.archeofestival.it e www.fondazioneaquileia.it, dove è possibile consultare il calendario degli eventi e registrarsi agli appuntamenti in programma. E’ anche attiva la comunità di Facebook (alle pagine https://www.facebook.com/AquileiaArcheofest) e di Twitter, disponibile al profilo @archeofestival; hashtag ufficiale della manifestazione #archeofestival15.

COME PARTECIPARE

Tutti gli eventi dell’Aquileia Archeofest e dell’Aquileia Film Festival sono a ingresso libero, tranne ove diversamente specificato.

Volontari per Trieste Next 2015: vivi da protagonista la quarta edizione del Salone Europeo della Ricerca Scientifica

VIVI DA PROTAGONISTA TRIESTE NEXT!

DSC05559

Trieste Next ti offre un’occasione unica per vivere da protagonista un grande evento di respiro internazionale, al fianco di autorevoli personalità del mondo della scienza, cultura e dell’innovazione.

Partecipa come volontario, sarai in prima linea nell’organizzazione dell’evento e farai un’esperienza davvero coinvolgente e formativa all’interno di una manifestazione di forte richiamo, con un programma ricco di appuntamenti e di grandi ospiti, che per tre giorni animerà la città di Trieste.

Se vuoi cogliere questa straordinaria opportunità, fai richiesta per partecipare come volontario a Trieste Next! Clicca qui per maggiori informazioni

Aquileia Archeofest e Aquileia Film Festival: aperto il bando per le borse di soggiorno per studenti

FONDAZIONE AQUILEIA E VENEZIEPOST IN COLLABORAZIONE CON GOODNET PROPONGONO
BORSE DI SOGGIORNO PER STUDENTI PER

AQUILEIA ARCHEOFEST: VISITE GUIDATE AI SITI ARCHEOLOGICI E INCONTRI SU CULTURA ED ECONOMIA E AQUILEIA FILM FESTIVAL RASSEGNA INTERNAZIONALE DI CINEMA ARCHEOLOGICO
29-31 LUGLIO 2015

Sono aperte le candidature per le borse di soggiorno per studenti per partecipare all’Aquileia Archeofest-Visite guidate e incontri su Cultura ed Economia e all’Aquileia Film Festival-Rassegna internazionale di cinema archeologico – progetti promossi da Fondazione Aquileia, Archeologia Viva e VeneziePost – in programma da mercoledì 29 a venerdì 31 luglio. Tre giorni dedicati agli appassionati di archeologia e ai visitatori curiosi di conoscere i siti archeologici del Friuli Venezia Giulia che animeranno la città con incontri con esperti di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, visite guidate, presentazioni di libri e film dedicati al tema.

La manifestazione viene concepita con un’attenzione particolare al coinvolgimento dei giovani studenti degli istituti scientifici e tecnici, delle Università italiane e straniere, ai quali la manifestazione intende offrire un’occasione unica di incontro, scambio e formazione, attraverso il dibattito attivo sui temi del Festival. I partecipanti alle borse di soggiorno avranno accesso illimitato a tutti gli eventi.

VISITE GUIDATE

Dal 29 al 31 luglio, gli studenti selezionati avranno l’opportunità di partecipare a un ciclo di visite guidate, la cui programmazione scientifica è curata da Fondazione Aquileia, alla scoperta delle aree archeologiche di Aquileia e del Friuli Venezia Giulia: dagli splendori di Aquileia, chiamata la Seconda Roma, fino ai segreti di Cividale del Friuli, che nell’Ipogeo celtico custodisce un suggestivo sistema di cavità sotterranee, dal Teatro romano di Trieste alla Grotta del dio Mitra a Duino, fino all’antica città romana di Iulium Carnicum a Zuglio. Le aree archeologiche visitabili del Friuli Venezia Giulia riservano le suggestioni di una storia che racconta un intenso e originale passato.

AQUILEIA FILM FESTIVAL

Un tuffo nel passato della più antica città sommersa al mondo, la scoperta delle tombe congelate dei guerrieri sciti nelle e steppe della Mongolia, le prime civiltà peruviane, i segreti degli scriba e le memorie della prima guerra mondiale nei ritrovamenti di Punta Linke: questi i temi dei film in concorso all’Aquileia Film Festival. Nell’intervallo tra i film troveranno spazio le conversazioni – intervista di Piero Pruneti, direttore di Archeologia Viva, che dialogherà con Alberto Angela, paleontologo, divulgatore scientifico, scrittore e giornalista, Luciano Canfora, filologo classico, storico e saggista, l’archeologa Simona Rafanelli e il musicista Stefano Cantini.

INCONTRI SU CULTURA ED ECONOMIA

Tra gli invitati, figure di spicco internazionale come Ermete Realacci, Presidente Fondazione Simbola; Paolo Verri, direttore Candidatura Matera 2019; Lorenzo Salvia, giornalista Corriere della Sera; Guido Guerzoni, docente di Economia e Management della Cultura all’Università Bocconi di Milano; Giuliano Da Empoli, giornalista e scrittore; e Mariano Maugeri, giornalista Il Sole 24 Ore.

SCOPRI LE BELLEZZE DI AQUILEIA 

Aquileia fu una delle più grandi città dell’Impero romano, una delle più vivaci comunità del paleo cristianesimo latino, uno dei più importanti antichi porti dell’Adriatico, punto di partenza delle principali strade commerciali, culturali e militari verso il Nord Est europeo. Fondata dai romani nel 181 a.C., da oltre un secolo Aquileia ha restituito i suoi tesori: i sontuosi monumenti dell’urbe imperiale, gli splendidi mosaici pavimentali della Basilica, delle ricchissime domus, i piccoli oggetti della vita quotidiana.

Numerosi sono i monumenti che contraddistinguono la città: come la Basilica Episcopale con gli splendidi mosaici pavimentali visibili al suo interno che rappresentano una delle espressioni più antiche e straordinarie della nascente arte cristiana dei primi decenni del IV sec. d.C.; il Foro Romano con il suo colonnato; il Porto Fluviale, la “via Sacra” che ricalca il tracciato del fiume che bagnava Aquileia; il Museo Archeologico inaugurato nel 1882 nella sede di Villa Cassis Faraone con i suoi tre piani per un totale di dodici stanze; il Museo Paleocristiano, vera simbiosi di “museo”e di “area archeologica”, che sorge sopra una basilica paleocristiana extra-urbana, adibita successivamente a complesso monastico benedettino; i Fondi Cal, resti di alcune delle più fastose domus centrate su corti porticate talvolta allestite a giardino; i Fondi Cossar, tratti di una delle strade lastricate e ampie porzioni di alcune case romane appartenute alla ricca borghesia mercantile con prestigiosi mosaici pavimentali; i Fondi Pasqualis, lastricati in arenaria e materiale di reimpiego, attorno alle quali si dispongono larghi porticati sostenuti da sostegni lignei che alloggiavano le attività di scambio delle merci; il Sepolcreto,  l’unica porzione visibile delle molte e grandiose aree cimiteriali che circondavano Aquileia; il Südhalle, dove sono visibili importanti resti musivi con decorazioni geometriche policrome, ornate da motivi figurati; il cimitero degli Eroi, realizzato dietro l’abside della basilica patriarcale, dal quale nel 1921 partì per Roma la salma del Milite Ignoto.

BENEFICI PER I PARTECIPANTI

Negli ultimi due anni, più di 3.000 partecipanti selezionati hanno partecipato alle borse di soggiorno messe a disposizione da Goodnet e VeneziePost, una piattaforma online che progetta e organizza più di 10 eventi all’anno (www.goodnet.it). Attraverso le nostre attività, offriamo ai partecipanti selezionati un’opportunità unica di incontrarsi e scambiare opinioni con rinomati professionisti ed esperti del settore, partecipare alle attività di formazione ed entrare in una rete internazionale di coetanei che studiano nello stesso campo.

Le borse di soggiorno prevedono:

  • alloggio in strutture convenzionate in città per i giorni del manifestazione;
  • pranzi e cene in strutture che verranno indicate dall’organizzazione;
  • accredito per la partecipazione agli eventi e al programma di attività riservate agli studenti che prevede uno spazio di intervento e di dialogo diretto con i relatori al termine degli incontri;
  • visite guidate a cura di Fondazione Aquileia;
  • pagamento della tassa di soggiorno;
  • transfer dalle strutture alberghiere ai luoghi del Festival;
  • organizzazione di momenti conviviali;
  • offerta in omaggio di pubblicazioni scientifiche sui temi del festival;

A fine manifestazione verrà rilasciato tramite mail l’attestato di partecipazione ufficiale.

COME PRESENTARE LA DOMANDA PER LA BORSA DI SOGGIORNO

Goodnet mette a disposizione degli studenti interessati 200 borse di soggiorno per studenti. Per candidarsi alle borse di soggiorno, è sufficiente compilare il modulo disponibile qui.

Gli studenti selezionati sono tenuti a seguire il programma di eventi che verrà definito dall’organizzazione e a prendere parte attivamente alle attività previste nei tre giorni del Festival. Per garantire la qualità dell’organizzazione chiediamo agli studenti selezionati di versare una quota di partecipazione di 120 euro. 

In caso di disdetta successiva al versamento della quota l’organizzazione provvederà a rimborsare secondo le seguenti modalità:
– 80% della quota per la disdetta pervenuta almeno 30 giorni prima dell’evento
– 50% della quota per la disdetta pervenuta almeno 15 giorni prima dell’evento
– 40% della quota per la disdetta pervenuta almeno 7 giorni prima dell’evento
– nessun rimborso previsto per la disdetta pervenuta nella settimana che precede la manifestazione.

Restano a carico degli studenti le spese di viaggio per e da Aquileia.

La selezione delle candidature avverrà a giudizio insindacabile della direzione organizzativa del Festival; i risultati verranno comunicati tramite comunicazione mail. Lo staff della manifestazione fornirà ai selezionati tutte le informazioni riguardanti il vitto, l’alloggio e il programma degli appuntamenti, nonché comunicherà le modalità per il versamento della quota simbolica di partecipazione (120 euro).

Clicca qui per inviare la tua candidatura per il “Progetto Studenti – Aquileia Archeofest”

 

Pordenonelegge: aperto il bando per le borse di soggiorno per studenti

pnlegge

Sono aperte le candidature per le borse di soggiorno per studenti per partecipare all’edizione 2015 di Pordenonelegge. Il “Progetto Studenti | Pordenonelegge” è un’iniziativa promossa da VeneziePost e Goodnet, in collaborazione con Fondazione Pordenonelegge.it.

Da venerdì 18 a domenica 20 settembre si terrà la sedicesima edizione di Pordenoneleggela Festa del Libro con gli autori, un tempo e un luogo dove incontrarsi, ascoltare, confrontare i discorsi e le emozioni, le esperienze che indicano le molte vie che il presente suggerisce o contesta.

La manifestazione è una tra le più attese dell’agenda culturale italiana e tratta di tematiche sociali, politiche e culturali e non si tiene in un punto preciso della città ma coinvolge tutto il centro storico del capoluogo, che per l’occasione si tinge di giallo. Nel corso del tempo, sia la critica più raffinata che il grande pubblico hanno seguito con passione questo evento, unico nella sua principale caratteristica, che lo differenzia dalle molte altre analoghe manifestazioni: riesce a coniugare la leggerezza sui temi chiacchierati con la profondità nei discorsi seri, la provocazione con l’accademia.

Per cinque giorni, Pordenonelegge animerà la città con un ricco programma di eventi, e vedrà la partecipazione di oltre 200 autori che animano gli incontri nelle giornate del festival. Tra i relatori confermati dell’edizione 2015, Corrado AugiasFrancesco Piccolo,Nicola LagioiaMassimo Gramellini, Stefano Benni, Daria BignardiConcita De GregorioMarco MissiroliPaola MastrocolaLetizia MuratoriMarcello FoisMauro Covacich,Alessandro d’AveniaAntonio ScuratiPino CacucciAntonia ArslanMelania MazzuccoSerena DandiniChiara GamberaleEmanuele TreviDario Vergassola. Non mancheranno inoltre grandi autori di spicco della letteratura internazionale contemporanea:Daniel Pennac, Emmanuel Carrère, Azar Nafisi, Ann-Marie Macdonald, John Boyne, Florence Delay,Azza Filali, Carl-Johann Vallgren, Michel Faber, Andrej Kurkov, Adam Thirlwell, Gordana Kuic,Hyeonseo Lee, Marcelo Figueras e, dopo sette anni di silenzio editoriale, David Leavitt. Il programma completo di Pordenonelegge 2015 è disponibile sul sito www.pordenonelegge.it.

Benefici per i partecipanti

Negli ultimi due anni, più di 3.000 partecipanti selezionati hanno partecipato alle borse di soggiorno messe a disposizione da Goodnet e VeneziePost (www.goodnet.it), una piattaforma online che progetta e organizza più di 10 eventi all’anno e che è partner ufficiale di Fondazione Pordenonelegge.it, agenzia culturale che si occupa dell’organizzazione di quest’importante iniziativa che è Pordenonelegge.it – Festa del libro con gli autori. Attraverso questa nostra iniziativa in collaborazione con Pordenonelegge.it, offriamo ai partecipanti selezionati un’opportunità unica di incontrarsi e scambiare opinioni con rinomati professionisti ed esperti del settore, partecipare alle attività di formazione ed entrare in una rete internazionale di coetanei che studiano nello stesso campo.

Le borse di soggiorno prevedono:

  • alloggio in strutture convenzionate in città per i giorni della manifestazione;
  • pranzi e cene in strutture che verranno indicate dall’organizzazione;
  • accredito per la partecipazione agli eventi;
  • pagamento della tassa di soggiorno;
  • transfer dalle strutture alberghiere ai luoghi del Festival;
  • organizzazione di momenti conviviali;
  • offerta in omaggio di pubblicazioni scientifiche sui temi del Festival;

NOTA: Poiché la manifestazione è particolarmente affollata, per seguire gli incontri di vostra preferenza dovete recarvi alla sede dell’evento in largo anticipo.

A fine manifestazione verrà rilasciato tramite mail l’attestato di partecipazione ufficiale.

Come presentare la domanda per la borsa di soggiorno

Mettiamo disposizione degli studenti interessati 200 borse di soggiorno per studenti. Per candidarsi alle borse di soggiorno, è sufficiente compilare il modulo disponibile qui entro e non oltre le ore 20.00 del 7 settembre 2015Gli studenti selezionati sono tenuti a seguire il programma di eventi che verrà definito dall’organizzazione  e a prendere parte attivamente alle attività previste nei giorni del Festival. Per garantire la qualità dell’organizzazione chiediamo agli studenti selezionati di versare una quota di partecipazione di 160 euro. 

In caso di disdetta successiva al versamento della quota l’organizzazione provvederà a rimborsare secondo le seguenti modalità:
– 80% della quota per la disdetta pervenuta almeno 30 giorni prima dell’evento
– 50% della quota per la disdetta pervenuta almeno 15 giorni prima dell’evento
– 40% della quota per la disdetta pervenuta almeno 7 giorni prima dell’evento
– nessun rimborso previsto per la disdetta pervenuta nella settimana che precede la manifestazione.

Restano a carico degli studenti le spese di viaggio per e da Pordenone.

La selezione delle candidature avverrà a giudizio insindacabile della direzione organizzativa; i risultati verranno comunicati tramite comunicazione mail. Lo staff fornirà ai selezionati tutte le informazioni riguardanti il vitto, l’alloggio e il programma degli appuntamenti, nonché comunicherà le modalità per il versamento della quota simbolica di partecipazione.

Clicca qui per inviare la tua candidatura per il “Progetto Studenti – Pordenonelegge”

Turismo storico e Grande Guerra: successo per la Borsa di Gorizia e grande pubblico per èStoria

Centinaia di operatori turistici hanno affollato in questi giorni gli stand, i convegni e i workshop con i 40 buyer del turismo culturale; migliaia di presenze ai convegni di èStoria con il tutto esaurito per i principali appuntamenti che hanno visto, tra gli ospiti, personalità del calibro di Zygmunt Bauman e Roberto Saviano: la Borsa Europea Turismo Storico Grande Guerra e il Festival Internazionale della Storia, che si chiudono stasera a Gorizia, confermano il successo dell’edizione 2014, nonostante la pioggia battente dei giorni scorsi e i cortei incrociati di CasaPound e degli antagonisti  che hanno paralizzato la città per tutto il pomeriggio di sabato.

«I dati di quest’anno sul turismo in Regione evidenziano una crescita a doppia cifra» ha dichiarato il vicepresidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello nel convegno di apertura, ma «c’è bisogno di una maggiore consapevolezza di quanto il turismo riesce a muovere, nell’ottica di vendere il Fvg nel suo insieme: perché ognuno è convinto di promuovere solo se stesso. Effetto solo dell’onda lunga del centenario della Grande Guerra, destinato ad esaurirsi? Il futuro sarà frutto della semina di oggi: se non renderemo attrattivo il prodotto Grande Guerra, l’effetto scemerà».

Tra i convegni in programma, particolare successo hanno riscosso le presentazioni del libro “Resort Italia” di Lorenzo Salvia e la  presentazione del progetto “Aquileia rinasce in 3D: il passato con gli occhi del futuro” a cura del direttore della Fondazione Aquileia Cristiano Tiussi. Estremo interesse hanno suscitato anche le presentazioni del Museo Marmolada Grande Guerra, dei Forti del Trentino, di Cividale del Friuli e Palmanova e il dibattito sulla valorizzazione turistica dei luoghi della memoria con i nuovi strumenti digitali, a partire dalla app “I luoghi di Mario Rigoni Stern”.

«I dati in fortissima crescita del turismo storico e della grande guerra e l’accoglienza che le proposte degli operatori hanno ricevuto dai buyer» – dichiara il direttore della Borsa Filiberto Zovico – «ci incoraggiano a proseguire il percorso avviato lo scorso anno che, caso unico in Italia, ha visto le Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia e la Provincia Autonoma di Trento realizzare uno stand comune per promuovere l’intero comprensorio dei percorsi della Grande Guerra».

Un ringraziamento da parte di VeneziePost e di Goodnet, società specializzata nella costruzione di progetti di territorio a rete, va a èStoria, al Comune e alla Provincia di Gorizia, nonché a Tourist Trend che ha curato e organizzato la partecipazione degli operatori turistici.

Trieste Next 2015: al via il bando per le borse di soggiorno

Anna Masiello (22)

Sono aperte le candidature per le borse di soggiorno per studenti per partecipare alla quarta edizione di Trieste Next.

Da venerdì 25 a domenica 27 settembre, si terrà la quarta edizione di Trieste Next, il Salone Europeo della Ricerca Scientifica promosso dal Comune di Trieste, dall’Università di Trieste e da VeneziePost, in collaborazione con tutti gli enti di ricerca e di alta formazione del territorio. Per tre giorni, Trieste Next animerà la città con un ricco programma di eventi, dibattiti, conferenze e workshop, e vedrà la partecipazione di autorevoli personalità del mondo della ricerca scientifica, dell’economia, delle istituzioni e del giornalismo.

Il focus tematico della quarta edizione di Trieste Next – intitolata  “BIOlogos – The Future of Life”- suggerisce, sia dal punto di vista filosofico che da quello scientifico, il concetto che la scelta più logica per la sopravvivenza della specie e del nostro pianeta sia la ricerca di soluzioni bio-compatibili. Biomedicina, biotecnologie, bioinformatica, alimentazione e cura della persona: sono questi alcuni dei settori cui fa riferimento il sottotitolo – The Future of Life – e alcuni dei formidabili ambiti di crescita e sviluppo scientifico e imprenditoriale.

Le nuove frontiere della cura, dalla medicina rigenerativa alla medicina molecolare; agricoltura bio, food hi-tech, nutraceutica e le nuove tendenze dell’alimentazione; il mito della medicina estetica, dall’antiaging alla medicina ricostruttiva; biotech e finanza; trasferimento tecnologico, ricerca e impresa; nuove tecnologie: internet of things, big data e 3D printing; genetica ed evoluzione dell’uomo: questi sono i vari temi che verranno affrontati nei tre giorni non-stop.

TriesteNext viene concepita con un’attenzione particolare al coinvolgimento dei giovani studenti degli istituti scientifici e tecnici, delle Università italiane e straniere, ai quali la manifestazione intende offrire un’occasione unica di incontro, scambio e formazione, attraverso il dibattito attivo sui temi di questa edizione del Salone. I partecipanti alle borse di soggiorno avranno accesso illimitato a tutti gli eventi del Salone. Tra gli ospiti già confermati: il Premio Nobel per la Medicina 2014 Edvard I. Moser, Segenet Kelemu, direttore ICIPE e Premio L’Oréal Unesco per le Donne della Scienza, Jos de Blok, fondatore Buurtzorg, Steve Chan, direttore IBM Network Science Research Centre. E ancora: il celebre genetista Edoardo Boncinelli, Lidia Larizza, Istituto Auxologico Italiano, Giorgio Metta, Istituto Italiano di Tecnologia, e Antonino Di Pietro, Istituto Dermoclinico Vita Cutis. L’elenco completo dei protagonisti e il programma ufficiale degli eventi sarà disponibile nei prossimi mesi sul sito www.triestenext.it.

Diventa relatore ufficiale di Trieste Next 2015

Gli studenti interessati potranno anche partecipare alle selezioni per l’evento speciale “Young Energy” e diventare così relatori ufficiali della quarta edizione di Trieste Next. Con uno schema simile a quello delle Tedx Conference, l’evento vedrà alternarsi sul palco 10 relatori, ciascuno dei quali avrà a disposizione 10 minuti per presentare il proprio progetto di tesi (di laurea, master o dottorato, già discusso o in fase di scrittura). Per candidarsi è sufficiente inserire nella domanda di partecipazione un breve abstract del proprio lavoro, non superiore ai 1000 caratteri.

Benefici per i partecipanti

Negli ultimi due anni, più di 3.000 partecipanti selezionati hanno partecipato alle borse di soggiorno messe a disposizione da Goodnet e VeneziePost. Attraverso le nostre attività, offriamo ai partecipanti selezionati un’opportunità unica di incontrarsi e scambiare opinioni con rinomati professionisti ed esperti del settore, partecipare alle attività di formazione ed entrare in una rete internazionale di coetanei che studiano nello stesso campo.

Le borse di soggiorno prevedono:

  • alloggio in strutture convenzionate in città per i giorni del Salone;
  • pranzi e cene in strutture che verranno indicate dall’organizzazione;
  • accredito per la partecipazione agli eventi e al programma di attività riservate agli studenti che prevede uno spazio di intervento e di dialogo diretto con i relatori al termine degli incontri;
  • visite guidate nei centri di ricerca;
  • pagamento della tassa di soggiorno;
  • transfer dalle strutture alberghiere ai luoghi del Salone;
  • organizzazione di momenti conviviali;
  • offerta in omaggio di pubblicazioni scientifiche sui temi del Salone;

A fine manifestazione verrà rilasciato tramite mail l’attestato di partecipazione ufficiale.

Come presentare la domanda per la borsa di soggiorno

Trieste Next mette a disposizione degli studenti interessati 200 borse di soggiorno per studenti. Per candidarsi alle borse di soggiorno, è sufficiente compilare il modulo disponibile qui entro e non oltre le ore 20.00 del 14 settembre 2015Gli studenti selezionati sono tenuti a seguire il programma di eventi che verrà definito dall’organizzazione di Trieste Next e a prendere parte attivamente alle attività previste nei tre giorni del Salone. Per garantire la qualità dell’organizzazione chiediamo agli studenti selezionati di versare una quota di partecipazione di 120 euro. 

In caso di disdetta successiva al versamento della quota l’organizzazione provvederà a rimborsare secondo le seguenti modalità:
– 80% della quota per la disdetta pervenuta almeno 30 giorni prima dell’evento
– 50% della quota per la disdetta pervenuta almeno 15 giorni prima dell’evento
– 40% della quota per la disdetta pervenuta almeno 7 giorni prima dell’evento
– nessun rimborso previsto per la disdetta pervenuta nella settimana che precede la manifestazione.

Restano a carico degli studenti le spese di viaggio per e da Trieste. La selezione delle candidature avverrà a giudizio insindacabile della direzione organizzativa del Salone; i risultati verranno comunicati tramite comunicazione mail. Lo staff del Salone fornirà ai selezionati tutte le informazioni riguardanti il vitto, l’alloggio e il programma degli appuntamenti, nonché comunicherà le modalità per il versamento della quota simbolica di partecipazione (120 euro).

Clicca qui per inviare la tua candidatura al Progetto Studenti di Trieste Next 2015. 

Venerdì 22 apre a Gorizia la Borsa Europea Turismo Storico Grande Guerra: dalle prime rilevazioni boom di turisti per i musei della memoria

Gorizia, 18 maggio 2015 – Si aprirà venerdì prossimo 22 maggio a Gorizia la seconda edizione della Borsa Europea Turismo Storico Grande Guerra (www.turismograndeguerra.it), manifestazione fieristica promossa da VeneziePost e organizzata da Goodnet che si tiene in concomitanza con èStoria-Festival Internazionale della Storia, che raduna migliaia di appassionati e studiosi a livello internazionale.

GLI SPAZI ESPOSITIVI
La Borsa Europea Turismo Storico Grande Guerra prevede un’area espositiva di 600 mq dove visitatori, buyer, seller e operatori del turismo in generale troveranno il meglio dell’offerta turistica del settore: dal nuovo Museo Marmolada Grande Guerra al Museo della Battaglia di Vittorio Veneto, dal Museo della Guerra Bianca in Adamello al Vittoriale degli Italiani, fino agli spazi espositivi della Fondazione Aquileia e Promotrieste. Saranno presenti anche le Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia e la Provincia di Trento che per l’occasione allestiranno uno spazio comune di ben 200 mq che racconterà l’intero fronte italiano del primo conflitto mondiale.

IL CALENDARIO DEGLI EVENTI
Ricchissimo il calendario degli incontri e degli eventi – rivolti sia agli operatori che al grande pubblico –  in programma nell’area convegni della Borsa. Nella tre giorni goriziana si potranno seguire le presentazioni dei vari musei, incontri e confronti sulle prospettive del turismo storico. Se nella mattinata di venerdì 22 maggio sarà presentato il nuovo Museo Marmolada Grande Guerra – il più alto d’Europa a quota 3.000 metri – nel pomeriggio, ore 15, l’inaugurazione ufficiale vedrà Sabrina Meneghello, ricercatore CISET illustrare la ricerca “Dal turismo della memoria al turismo storico. Chiavi di lettura dei luoghi e opportunità di mercato a partire da buone pratiche europee”, indagine che sarà poi discussa con l’assessore alle attività produttive e turismo della Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello. La ricchezza che il turismo può portare al nostro Paese sarà al centro dell’incontro, in programma venerdì 22 maggio, con Lorenzo Salvia, autore del libro Resort Italia. Come diventare il villaggio turistico del mondo e uscire dalla crisi (Marsilio). Il pomeriggio di venerdì si concluderà con l’incontro “Dalla guerra alla pace: i forti del Trentino si presentano”, a cura di Trentino Marketing, che vedrà la partecipazione di Giuseppe Ferrandi, direttore Fondazione Museo storico del Trentino, e Tiziano Mellarini, assessore alla cultura, cooperazione, sport e protezione civile Provincia Autonoma di Trento.
Il programma degli incontri prosegue domenica 24 maggio, a partire dalle ore 10, con “Aquileia rinasce in 3D: il passato con gli occhi del futuro”, presentazione a cura di Cristiano Tiussi, direttore Fondazione Aquileia. Il tema delle nuove tecnologie digitali è alla base dell’incontro (ore 11.30) “La valorizzazione turistica dei luoghi della Guerra tramite gli strumenti digitali: il “caso” Mario Rigoni Stern” con Sergio Frigo, giornalista Il Gazzettino e autore della app, Piero Muscarà, presidente Arte.it, Andrea Mazzanti, ME Publisher Mazzanti Editore, e Emanuela Zilio, fondatore Digital Distillery. Il programma di convegni si concluderà domenica pomeriggio con le presentazioni di Palmanova (ore 15.30) e Cividale del Friuli (ore 16.30).

TOUR SUI PERCORSI DELLA GRANDE GUERRA
Per far vivere l’esperienza turistica in prima persona, la Borsa Europea Turismo Storico Grande Guerra ha organizzato anche, in collaborazione con il Gruppo Ermada Flavio Vidonis e la Proloco Fogliano Redipuglia, due tour sui luoghi della grande guerra che si svolgeranno nella giornata di sabato 23 maggio. La partenza è prevista da Gorizia alle ore 9.00 e prevede, la mattina, il percorso “Dal sentiero naturalistico di Punta Bratina al Castello di Duino” e, il pomeriggio, il percorso “Sentieri di Pace” con visita al Museo Storico e Sacrario di Redipuglia, al Museo Multimediale della Grande Guerra, al Comprensorio Difensivo della Dolina del XV Bersaglieri e al Monte Sei Busi. Il costo per partecipare ai due tour (pranzo e bus incluso) è di € 60 e si può prenotare sul sito internet www.turismograndeguerra.it, sezione “Programma”.

40 BUYER DEL TURISMO CULTURALE PER IL WORKSHOP CON I SELLER
La Borsa del Turismo Storico e della Grande Guerra sarà soprattutto occasione per promuovere i pacchetti turistici che enti, consorzi, strutture alberghiere e agenzie specializzate hanno messo a punto in questi mesi. Nella mattina di sabato 23 maggio, 40 buyer del turismo culturale provenienti da tutta Italia saranno infatti ospiti della Borsa e incontreranno gli operatori del settore in un workshop in programma dalle 9.3 alle 15. Il calendario degli incontri su prenotazione è già fittissimo ma l’organizzazione comunica che ci sono ancora piccoli margini per inserire agenzie o operatori che non si siano ancora prenotati.

UNIVERSITARI DA TUTTA ITALIA PER èSTORIA  E PER LA BORSA EUROPEA DEL TURISMO STORICO GRANDE GUERRA
Saranno una cinquantina i dottorandi e laureandi dei dipartimenti di turismo e di storia di tutte le principali università italiane che, grazie alle borse di soggiorno messe a disposizione da Goodnet, saranno a Gorizia per seguire i due importanti appuntamenti. La borsa di soggiorno offre l’opportunità – a disposizione di tutte le Università italiane e internazionali – di partecipare a un itinerario culturale, formativo e turistico, a un prezzo agevolato.

IL BOOM DEL TURISMO DELLA MEMORIA
Secondo una indagine commissionata da Goodnet che raccoglie le testimonianze degli operatori, i Musei della memoria starebbero vivendo una vera e propria fase di boom.
Il Sacrario militare di Redipuglia, sito esclusivamente dedicato alla prima guerra mondiale, ha contato nel 2014 oltre 20 mila presenze nelle sale espositive, a cui si aggiungono anche le migliaia di persone non censite che nell’arco dell’anno hanno visitato la maestosa scalinata di monte Sei Busi. Con le esposizioni dedicate al Primo Conflitto Mondiale, gli accessi ai Musei Provinciali di Gorizia sono stati oltre 33.000, di cui 24.476 solo al Museo della Grande Guerra, registrando così un incremento del 65% rispetto all’anno precedente.
Anche le cifre del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto parlano chiaro: «I visitatori sono in notevole aumento da circa un anno e mezzo, – riferisce il direttore Camillo Zadra – niente di episodico, la crescita è iniziata a fine 2013 e prosegue in questo nuovo anno. Nel 2014, in relazione ai 19 musei della Rete Trentino, le visite sono state circa 250 mila, solo qui a Rovereto si è registrato un incremento del 55%». Un quadro complessivamente ottimo, confermato in questi primi quattro mesi da un progressivo aumento, che vede i 17 mila visitatori del 2014 raggiunti e abbondantemente superati dai quasi 28 mila del 2015 e una domanda sempre maggiore anche da parte delle scolaresche del Sud Italia.
In Veneto, se fino al 2012 i dati a disposizione del Museo della Battaglia di Vittorio Veneto parlavano di un flusso annuo di 3 mila turisti, formati in particolare da gruppi scolastici, da novembre 2014, mese di riapertura dopo un biennio di chiusura dovuto a lavori di restauro e ri-allestimento moderno, il museo conta già oltre 10.500 visitatori di cui 7.864 catalizzati nel periodo tra il 1 gennaio e il 3 maggio 2015.
Boom di presenze anche sul fronte sloveno: a Caporetto, sono stati circa 61.500 i visitatori del Kobariški Muzej, di cui 20 mila sloveni, 19.500 italiani, 9.500 tra tedeschi ed austriaci, 2.200 ungheresi, 2 mila americani e circa 1.000 inglesi. Le previsioni future prevedono flussi turistici per 68 mila unità, di cui 20 mila italiane.

Dal 22 al 24 maggio a Gorizia torna la Borsa del Turismo Storico-Grande Guerra: attesi 50 buyer del turismo culturale e 300 operatori

Gorizia, 21 aprile 2015 – Dopo il successo dello scorso anno, torna dal 22 al 24 maggio a Gorizia la Borsa Europea del Turismo Storico-Grande Guerra – promossa dal quotidiano VeneziePost con il patrocinio di Comune di Gorizia e Provincia di Gorizia – che in occasione della sua seconda edizione allarga i propri orizzonti abbracciando anche il turismo storico oltre a quello della Grande Guerra.

Oltre agli espositori presenti lo scorso anno (Provincia Autonoma di Trento, alla Regione del Veneto e alla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il Museo della Guerra Bianca dell’Adamello, il Vittoriale degli Italiani e PromoTrieste) si aggiungono per questa edizione la Regione Lombardia, la Fondazione Aquileia, il Museo della Grande Guerra di Vittorio Veneto, il Museo del Risorgimento di Vicenza e il Museo Marmolada Grande Guerra,.

Ma la novità più interessante dell’edizione 2015 della Borsa Europea del Turismo Storico-Grande Guerra riguarda la presenza dei buyer del turismo culturale: un’iniziativa – organizzata in collaborazione con Tourist Trend, agenzia leader in Italia in questo segmento di mercato – che porterà a Gorizia quasi 50 operatori nazionali interessati ad acquistare pacchetti turistici dai partecipanti al workshop previsto per sabato 23 maggio, dove sono previsti oltre 300 operatori.

La Borsa Europea del Turismo Storico-Grande Guerra offrirà peraltro un ricco programma di convegni e incontri dedicati ai temi dello sviluppo turistico nelle aree storiche: apre il calendario degli appuntamenti, venerdì 22 maggio alle 11.30, “Un incontro di pace tra Italia e Austria 100 anni dopo: (ri)nasce il Museo più alto d’Europa”, evento di presentazione del nuovo museo “Marmolada Grande Guerra” e di racconto dell’intreccio tra turismo storico, turismo culturale e nuovo manifatturiero. Sul tema “Turismo storico: analisi delle tendenze e delle opportunità” sarà incentrato anche il convegno di venerdì 22, ore 15, che si concluderà con l’intervista al vicepresidente Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello condotta dal direttore Il Piccolo Paolo Possamai. La giornata di venerdì 22 si concluderà, alle 17, con la presentazione del volume “Resort Italia. Come diventare il villaggio turistico del mondo e uscire dalla crisi” del giornalista Corriere della Sera Lorenzo Salvia. Il calendario di presentazioni proseguirà poi domenica 24 maggio, alle ore 10, con “Aquileia rinasce in 3D: il passato con gli occhi del futuro”, convegno a cura della Fondazione Aquileia in cui verrà presentato il progetto – che comprende 65 ricostruzioni virtuali, 12 video e 2 app gratuite – per valorizzare il patrimonio di Aquileia attraverso le nuove tecnologie. Sempre sul tema delle nuove tecnologie si focalizzerà l’incontro, domenica 24 alle 11.30, “La valorizzazione turistica dei luoghi della Grande Guerra tramite gli strumenti digitali: il caso Mario Rigoni Stern” con la presentazione della app curata da Sergio Frigo dedicata ai luoghi del celebre scrittore.  La giornata di domenica si concluderà con due appuntamenti di presentazione, dedicati al racconto di due patrimoni storici del Friuli Venezia Giulia: Palmanova (ore 15.30) e Cividale del Friuli (ore 16.30).

Goodnet Srl, società di progettazione turistica e territoriale incaricata dal quotidiano VeneziePost, promotore della Borsa, per l’organizzazione dell’evento, ha predisposto anche dei pacchetti turistici rivolti al pubblico e delle borse di soggiorno per studenti e dottorandi provenienti dalle principali Università italiane: un’occasione unica per seguire èStoria, visitare la Borsa Europea del Turismo e visitare i luoghi della Grande Guerra, dal Collio al Carso fino a Trieste. Ad oggi, oltre 100 studenti hanno aderito al programma e saranno a Gorizia in questa occasione.

Per informazioni: www.turismograndeguerra.it

Ufficio stampa nazionale e internazionale:
Goodnet Srl
Via N. Tommaseo 63C | 35131 Padova
Tel. 0498757589 | Cell. 3932450702
info@goodnet.it | www.goodnet.it