Home » Blog » Progetti di territorio

Categoria: Progetti di territorio

Open Factory: domenica 29 novembre, 100 aziende delle Venezie aprono le porte al grande pubblico

Header

“Open Factory” è il più importante opening nazionale di cultura industriale e manifatturiera delle Venezie: un’iniziativa che punta ad aprire al grande pubblico un centinaio di imprese del territorio delle Venezie, per raccontarne la storia, svelarne i segreti e costruire un percorso di turismo manifatturiero. 

Verranno costruiti dei veri e propri “percorsi tematici” che porteranno alla “scoperta” del territorio e del tessuto imprenditoriale delle Venezie: un’attività di valorizzazione di siti manifatturieri, di distretti e filiere ad elevata qualità e rilevanza destinata a proseguire dopo la conclusione dell’iniziativa e a strutturarsi in un’attività costante di promozione del turismo manifatturiero, anche attraverso un catalogo e una app multilingue: oltre a favorire il coinvolgimento della popolazione residente, i destinatari di questa attività saranno i turisti interessati a scoprire, attraverso percorsi esperienziali, aspetti meno noti del Nordest, ma non certo meno interessanti.

Tutte le informazioni per partecipare: clicca qui per scaricare l’infokit completo

I promotori

“Open Factory” è un progetto promosso da Cult Venezie-Salone Europeo della Cultura, iniziativa curata dal quotidiano VeneziePost, e Fondazione Nord Est, che ne curerà la direzione scientifica. La manifestazione – che gode del patrocinio di Confartigianato Veneto e Confindustria Veneto – si svolgerà domenica 29 novembre, a chiusura della quinta edizione della manifestazione, focalizzata non a caso sul tema “Cultura è Manifattura”.
Main partner della manifestazione è Quanta Group, società internazionale leader nel settore della gestione delle risorse umane.

L’evento

Ogni azienda aderente aprirà le proprie porte ai visitatori il pomeriggio di domenica 29 novembre, con iniziative di divulgazione, dibattiti, aperitivi, visite guidate. In ogni azienda partecipante è previsto l’intervento di un importante esponente istituzionale (esponenti delle Regioni, delle associazioni di categoria, giornalisti, docenti universitari, curatori, etc.) con il quale organizzare un breve incontro di presentazione.

La narrazione

Tutto il progetto “Open Factory”, e le singole storie proposte da ogni azienda, saranno narrati con diverse modalità:

  • attraverso un sito internet e una app multilingue che fornisce informazioni e schede di ciascuna azienda
  • attraverso uno speciale sui quotidiani locali che divulga e promuove l’iniziativa
  • attraverso una campagna social via Facebook, Twitter e Instagram
  • attraverso gli organi di informazione delle associazioni di categoria
  • attraverso il coinvolgimento della stampa sia locale che nazionale

Si prevede infine la pubblicazione di un catalogo, curato da Fondazione Nord Est, per presentare percorsi tematici di turismo manifatturiero nel Nordest.

Per aderire

Tra i benefit delle aziende partecipanti a “Open Factory”:

  • valorizzazione della partecipazione di ogni singola azienda attraverso diversi strumenti di comunicazione
  • possibilità di promuovere l’iniziativa ai propri clienti, fornitori, abitanti del territorio attraverso materiali grafici predefiniti
  • presenza di una figura istituzionale concordata per intervenire alla manifestazione
  • carnet di offerta di materiali aggiuntivi da utilizzare (banner, bandiere, palloncini, servizio fotografico, riprese video, t-shirt, etc.) a prezzi convenzionati
  • possibilità di personalizzare la presentazione

Per maggiori informazioni sulle modalità e i costi di adesione, contattare:

Goodnet Srl
info@goodnet.it
Tel. 0498757589

Dal 29 al 31 luglio, Aquileia Archeofest e Aquileia Film Festival

Aquileia2

Dal 29 al 31 luglio il Festival dell’Archeologia per valorizzare il patrimonio culturale del Paese

100 giovani da tutta Italia per scoprire l’area archeologica più grande del nord Italia

Programma completo su www.archeofestival.it

Si aprirà mercoledì 29 luglio ad Aquileia la prima edizione dell’Archeofest, che si terrà in contemporanea all’Aquileia Film Festival, storica rassegna internazionale del cinema archeologico giunta quest’anno alla sesta edizione.

Da mercoledì 29 a venerdì 31 luglio, la Fondazione Aquileia, ente che dal 2008 si occupa della valorizzazione archeologica del sito di Aquileia, VeneziePost, il quotidiano che racconta il futuro del Nordest, e Archeologia Viva, rivista leader in Italia specializzata ni archeologia, realizzeranno – attraverso una collaborazione virtuosa che mette anche in rete diverse realtà culturali nazionali e delle Venezie – una tre giorni di incontri e dibattiti sui grandi temi della valorizzazione del patrimonio culturale italiano, di dialoghi con grandi autori e storici, di proiezione di documentari internazionali di cinema archeologico e, soprattutto, di visite guidate e itinerari alla scoperta degli scavi di Aquileia e dell’intero Friuli Venezia Giulia.

Sono 100 i giovani studenti, dottorandi e ricercatori di archeologia e conservazione dei beni culturali provenienti da tutta Italia che dal 29 al 31 luglio saranno in visita ad Aquileia in occasione del “Progetto Studenti”, iniziativa speciale promossa da Goodnet e VeneziePost con la Fondazione Aquileia per offrire ai giovani studiosi del settore l’opportunità di conoscere, sotto la guida degli esperti, l’area archeologica più grande del nord Italia.

INCONTRI

Da mercoledì 29 a venerdì 31 luglio, Piazza Capitolo ad Aquileia e la Basilica dei Patriarchi faranno da suggestiva cornice al calendario dei “Talk”, ciclo di incontri con i grandi nomi della cultura e dell’economia: lo storico e filologo Luciano Canfora, Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola, Alberto Angela, celebre paleontologo e divulgatore scientifico, Marina Valensise, direttore Istituto Italiano di Cultura di Parigi, Guido Guerzoni, docente di Management della Cultura, il direttore della candidatura di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura Paolo Verri, il presidente Gabinetto Vieusseux, già assessore alla cultura del Comune di Firenze, Giuliano Da Empoli, Lorenzo Salvia giornalista e autore di Resort Italia. Come diventare il villaggio turistico del mondo e uscire dalla crisi, Gian Mario Villalta, direttore Pordenonelegge.it, Simona Rafanelli, direttrice Museo Civico Archeologico di Vetulonia, e Stefano “Cocco” Cantini, jazzista di fama internazionale.

FILM

Sempre da mercoledì 29 luglio 2015 alle ore 21 in piazza Capitolo, in programma cinque documentari scelti tra i capolavori della produzione internazionale a tema archeologico, storico, etnologico. Nelle tre serate si potrà assistere alla proiezione di un tuffo nel passato della più antica città sommersa al mondo (Pavlopetri. Un tuffo nel passato), la scoperta delle tombe congelate dei guerrieri sciti nelle steppe della Mongolia (I dominatori delle gelide steppe), le prime civiltà peruviane (Il Perù millenario: una storia inesplorata), i segreti degli scriba (Lo scriba che dipinge) e, per celebrare il centenario della Grande Guerra, i preziosi ritrovamenti degli archeologi tra le postazioni austro-ungariche a Punta Linke (3632 m) nel parco dello Stelvio (Punta Linke-La Memoria): questi i temi dei film in concorso.

Ancora una volta il pubblico sarà l’unico giudice dei film in concorso, tutti doppiati in italiano, e decreterà con il proprio voto il vincitore del Premio Aquileia, un pregiato mosaico realizzato dalla Scuola Mosaicisti del Friuli.

VISITE GUIDATE

L’Aquileia Archeofest sarà soprattutto un’occasione per promuovere la conoscenza di Aquileia e delle altre zone archeologiche del Friuli Venezia Giulia, che costituiscono di fatto la più grande area archeologica del nord Italia. E’ in quest’ottica che la Fondazione Aquileia ha definito un calendario di visite guidate con gli archeologi aperte a tutti gli interessati: in programma, mercoledì 29 luglio, la visita di Aquileia – con la Basilica di Santa Maria Assunta e la Cripta degli Scavi, il Foro romano, la Südhalle e il porto fluviale. Il calendario prosegue giovedì 30 luglio, con due diversi itinerari: si potrà così visitare, a Cividale del Friuli, l’Ipogeo Celtico, il Tempietto Longobardo, il Museo Archeologico Nazionale, per proseguire, il pomeriggio, con l’antica città romana di Iulium Carnicum a Zuglio. In alternativa, sempre nella giornata di giovedì, si potrà proseguire la visita di Aquileia, con i Fondi ex Cossar, i Fondi Cal, il Sepolcreto e il Museo Archeologico Nazionale. Il calendario delle visite si concluderà venerdì 31 luglio, sempre con una doppia proposta: gli interessati potranno scegliere se visitare la città di Grado o, in alternativa, la grotta del dio Mitra a Duino, l’area di San Giusto e il  Teatro Romano e il Sepolcreeto di Trieste. Le visite sono a pagamento e la prenotazione è obbligatoria. Per maggiori informazioni, www.archeofestival.it o contattare Goodnet (info@goodnet.it; Tel. 0498757589).

PROGETTO STUDENTI E TURISMO CULTURALE

Dal 29 al 31 luglio Aquileia diventerà il punto di riferimento italiano per l’archeologia: sono 100 gli studenti, i dottorandi e i ricercatori di archeologia e conservazione dei beni culturali attesi in occasione del “Progetto Studenti”, iniziativa speciale promossa da Goodnet e VeneziePost in occasione dell’Aquileia Archeofest per offrire ai migliori studenti – provenienti da tutti i principali atenei del Paese – di partecipare ai dibattiti e alle visite guidate.

Ma tutti gli interessati e gli appassionati potranno partecipare all’Aquileia Archeofest e l’Aquileia Film Festival, occasione unica anche per promuovere il turismo culturale nel territorio. Goodnet, società specializzata nell’ideazione e gestione di progetti di sviluppo territoriale incaricata per l’organizzazione della manifestazione, a questo scopo ha infatti predisposto dei pacchetti turistici. Per maggiori informazioni sul “Progetto Studenti” e sugli itinerari di turismo culturale, www.archeofestival.it e www.goodnet.it.

LE DICHIARAZIONI DEI PROMOTORI

«Con Archeofest abbiamo voluto avviare – sottolinea il Presidente della Fondazione Aquileia Antonio Zanardi Landi –  una seria riflessione sul tema dell’economia della cultura, favorendo il dibattito su un concetto di cultura che, oltre a creare conoscenza, possa innescare anche processi di sviluppo e diventare strategico per il rilancio del nostro Paese. Una sfida che riteniamo importante e nella quale giocheranno un ruolo fondamentale i giovani. Per questo mi piace sottolineare l’importanza delle borse di soggiorno che abbiamo attivato e che consentiranno a studenti universitari di tutta Italia di partecipare attivamente al dibattito e di visitare i siti archeologici del Friuli Venezia Giulia».

«Il territorio delle Venezie ha la grande fortuna di avere un patrimonio culturale ricchissimo, diffuso e straordinario – commenta Filiberto Zovico, editore VeneziePost -: bisogna solo avere la forza e il coraggio di mettere in rete questo patrimonio, di promuoverlo e valorizzarlo perché è solo così che la “cultura ci fa ricchi”. E’ in questa prospettiva che prosegue la nostra azione, iniziata già da alcuni anni con importanti manifestazioni, come il Festival Città Impresa, il Galileo Festival dell’Innovazione, Trieste Next,  e con collaborazioni come quella con èStoria e Pordenonelegge. Siamo quindi felici e orgogliosi di collaborare con Fondazione Aquileia, che ha intrapreso un percorso, unico nel panorama culturale del Paese, riconosciuto a livello internazionale» conclude Zovico.

AQUILEIA ARCHEOFEST E AQUILEIA FILM FESTIVAL SULLA RETE

Punto di riferimento per aggiornamenti in progress sull’Aquileia Archeofest e Aquileia Film Festival sono i siti internet www.archeofestival.it e www.fondazioneaquileia.it, dove è possibile consultare il calendario degli eventi e registrarsi agli appuntamenti in programma. E’ anche attiva la comunità di Facebook (alle pagine https://www.facebook.com/AquileiaArcheofest) e di Twitter, disponibile al profilo @archeofestival; hashtag ufficiale della manifestazione #archeofestival15.

COME PARTECIPARE

Tutti gli eventi dell’Aquileia Archeofest e dell’Aquileia Film Festival sono a ingresso libero, tranne ove diversamente specificato.